Dieci problemi da lettore (Top Ten Tuesday #1)

17 febbraio 2015

Ecco una di quelle rubriche che adoro ma che sono sempre troppo pigra per proporre sul mio blog! (Fatemi un applauso di incoraggiamento, grazie XD.) Prima di cominciare ricordo che la Top Ten Tuesday è un’idea di The Broke and The Bookish, e che l’argomento della settimana è Ten Book Related Problems, da me liberamente tradotto come Dieci problemi da lettore. Preparatevi i popcorn e non chiamate l’ambulanza, ok? Tanto lo so che siamo sulla stessa barca.

L’accumulo. Ovvero: leggere un libro e comprarne tre. Ho finito con l’eliminare su Anobii lo scaffale dei non iniziati perché il loro numero aveva iniziato a spaventarmi. Ci sono periodi in cui riesco a darmi una regolata, tuttavia non durano a lungo e sono controproducenti (=leggere un libro e comprarne cinque).

Ovviamente, lo spazio. Temo che un giorno mi ritroverò a vivere in un appartamento tappezzato di billy con un lettino in un angolo. Anche se pure il letto potrebbe essere reso funzionale, ora che ci penso.

Il bisogno di parlare di quello che sto leggendo. Avete presente la pubblicità delle fonzies, se non ti lecchi le dita godi solo a metà? Il concetto è quello. Solo che tendo a diventare un tantino logorroica e a pagarne le conseguenze, nella maggioranza dei casi, è il mio fidanzato. La cosa più sconvolgente è che non finge di ascoltarmi *_* ne ho le prove: si ricorda le trame di tutto quello che leggo! Una volta l’ho persino interrogato e ha risposto correttamente. That’s amore.

La “deformazione professionale”. Se vedo un pezzo di legno appuntito, per terra, penso sia un paletto, e nella mia testa parte la sigla di Buffy. Ho inventato un nuovo gusto di gelato, il pistacchio delle Brontë. Trovo che Hugh Grant assomigli a Oscar Wilde. ecc ecc

Venire colta dall’ansia di fronte alla realtà dei fatti: non mi basterà una vita per leggere tutto quello che vorrei. E se continuo così, neanche quello che sto accumulando.

Usare Harry Potter come criterio per inquadrare una persona. E se qualcuno mi tocca J. K…

 

Trascorrere troppo tempo su Anobii, per il motivo di cui ho parlato al punto 3, aggravando in questo modo la situazione descritta ai punti 1 e 2.

L’attesa snervante per l’uscita di un libro: se indicano come data di pubblicazione il 31/1, perché diamine non risulta ancora disponibile? (Ogni riferimento a La vita di Charlotte Brontë è puramente casuale.)

Avere metà portafoglio occupato dalle tessere delle librerie. E l’imbarazzo quando alla cassa mi ci vogliono 5 minuti per beccare quella giusta *_*

Non avere un minimo di senso dell’orientamento (ho difficoltà a trovare la macchina al parcheggio del supermercato) eppure ricordare esattamente la strada per arrivare in ogni libreria (anche in città in cui sono stata una sola volta).

Non è tutto, ma mi fermo qui. Abbiate pietà di me.

0 Comments

  • LaLeggivendola

    17 febbraio 2015 at 7:50 AM

    Ti comprendo per l'accumulo, anche se ho più il problema inverso. Cioè, visto che da me le biblioteche scarseggiano di numero e di libri, ho il terrore di rimanere sfornita. E' capitato ed è terribile. Cosa che fa il paio con la numero 2. E io sì, sto progettandomi la stanza tutta di Billy. A parte un piccolo tavolino per il computer, e il dannato armadio che prenderà un sacco di spazio. Tutte Billy. Tuuuuutte Billy.
    A me spiace sinceramente per chi deve sopportarmi di persona. Gente che non ha idea di cosa io stia parlando ma si arrende a sentirmene chiacchierare per un sacco, con tutti i fili logici che mi partono a caso.
    Harry Potter comunque è un Signor Criterio u_u

  • Serena

    17 febbraio 2015 at 7:09 PM

    Ma che bello il boyfriend che ti ascolta.. Il mio ascolta ma dorme ahhaha! Però tenero, mi accompagna sempre in libreria e nei mercatini *_*
    Condivido super tutti, grandissima Pam! <3
    Il mio punto preferito è ovviamente il sesto.. Hahahahaha!!!
    <3

  • Ludo

    17 febbraio 2015 at 7:20 PM

    L'accumulo… la mia scorta di libri tende a infinito e il presagio che accenni al punto 5, temo sia una certezza: non mi basterà una vita per leggere tutto quello che sto accumulando… Anche se fantastico su un'ipotetica età dell'oro, in cui passerò il tempo a leggere o, più sensibilmente, mi dico che è meglio accumulare per avere sempre il libro giusto al momento giusto che privarsi della possibilità della scelta.

    K E E P C A L M A N D C A R R Y O N !

  • Pamela

    17 febbraio 2015 at 8:52 PM

    Oddei, non mi è mai successo e tremo alla sola idea *_* a Padova qualche anno fa c'era un distributore automatico di libri, perfetto per eventualità del genere! Ecco, sarei capacissima di uscire in pigiama e ciabatte per procacciarmi da leggere U_U altro che sigarette!

  • Pamela

    17 febbraio 2015 at 8:56 PM

    I fidanzati di noi lettrici compulsive dovrebbero unirsi in un'associazione anonima che offra loro sostegno XD

  • Pamela

    17 febbraio 2015 at 9:14 PM

    Parole sante 😉 avere una mini libreria in casa non ha prezzo quando si deve scegliere la lettura successiva! E' il mio cuscinetto di sicurezza!

  • Eika Stefy

    18 febbraio 2015 at 8:51 AM

    Sono assolutamente daccordo!! Mi ritrovo soprattutto nel portarli con me ..ormai il kindle e una parte del mio braccio :))

  • Pila

    18 febbraio 2015 at 12:17 PM

    Eccomiii!!!Mi ero persa il post ieri..ma recupero oggi!!!!! ^^
    Io in pratica sono la regina dell'accumulo, penso l'avrai notato heheh, continuo a comprare e gli arretrati salgono in maniera vertiginosa (i miei non iniziati di Anobii sono reali, beh bisogna togliere solo gli ebook che non considero proprio degli arretrati, anche se non li leggerò mai insomma chissene, sono gratis!! XD).
    Condivido anche il punto 7. io sono proprio anobii-dipendente e a volte ci sto delle ore a sbirciare, fare e brigare!!! XD Quanto tempo perdo non lo so nemmeno io..maledetto pc!!! XD
    Vogliamo parlare del punto 8??E proprio di La vita di Charlotte Bronte???Io aspetto da quel maledetto 31/11/14 e invece hanno continuano a posticipare fino al 31/01/15 data in cui tutto è scomparso nell'oblio…>_< maledetti….voglio quel libro!!! (stesso discorso vale per Adam Bede…)
    Baci bacini <3

  • Pamela

    18 febbraio 2015 at 9:14 PM

    E' una gran comodità il kindle, lo infili in borsa e hai una biblioteca portatile ^^ ce l'avessi avuto quand'ero una pendolare…!

  • Pamela

    18 febbraio 2015 at 9:27 PM

    Controllo ogni giorno. Ogni benedetto giorno. Non sono normale T_T "Questo articolo non è al momento disponibile ma può diventarlo in futuro": cosa significa futuro?!? Tra l'altro nel sito della Castelvecchi non c'è la minima notizia a cui appigliarsi…! Povere noi ç_ç (vero, anche Adam Bede è disperso!!)
    Comunque nemmeno io conto gli ebook, altrimenti…. ahahahah (risata isterica)

  • Sæglópur

    20 maggio 2015 at 5:05 PM

    La 1 e la 7 sono mie 🙂
    Per quanto riguarda le tessere, ultimamente sto cercando di andare il più possibile in librerie indipendenti, ho tenuto solo quelle della Feltrinelli e del Libraccio.

  • Il salotto del Gatto Libraio

    25 febbraio 2016 at 9:06 AM

    ahahah ma questo post è fantastico…il mio punto preferito è il n° 5 non mi basterà una vita… ^_^ complimenti per il tuo blog è fantastico

  • Pamela

    25 febbraio 2016 at 8:30 PM

    troppo carina, grazie <3
    La situazione non iniziati comunque dallo scorso anno si è fatta ancora più drammatica XD

  • nashira niulin

    28 febbraio 2016 at 3:44 PM

    D'accordo su tutti i puntiXD

E tu che ne pensi?

Prev Post Next Post