Classici da (ri)scoprire: Cosi-Sancta, Il sogno di Platone, Avventura Indiana di Voltaire

8 settembre 2016

Facciamo che l’hashtag #maiunagioia è passato di moda? Divertente, sì, ma anche no, dato che fa presa su quella propensione squisitamente umana al lamento. Sottoscritta inclusa. Ho imparato però che se è vero che focalizzarsi su quanto c’è di buono è molto più faticoso dell’autocompiacimento nascosto dietro al lagnarsi, è altrettanto vero che una volta imboccato il sentiero del #pensopositivo (perché son vivo e finché son vivo, aggiungerebbe Jovanotti) si comincia a notare come il panorama non sia niente male. Talvolta addirittura mozzafiato. Il segreto è semplice: basta saper guardare. Pensiamo all’attuale panorama editoriale: ohibò, che dolori! Ma grazie al Cielo questo settembre sembra volermi ricordare che c’è speranza, sì, persino per l’editoria: il messaggio non mi è stato recapitato da un arcangelo, bensì da Annarita Tranfici, fondatrice di un progetto che mi ha riempito il cuore di una gioia immensa (vedete? In barba al #maiunagioia). Si tratta di La bottega dei traduttori (vi riporto le sue testuali parole) ed è un’iniziativa che nasce per dare risalto ai classici della letteratura straniera mai tradotti in lingua italiana (o le cui precedenti traduzioni sono ormai introvabili perché fuori commercio) di autori noti e meno noti del panorama letterario mondiale, con particolare attenzione alla forma del racconto breve, genere oggigiorno da rivalutare e diffondere il più possibile. Vi state chiedendo se sognate o se siete desti? Siete desti, ve lo assicuro!

La prima collana s’intitola Classici da (ri)scoprire, e vi invito a cliccare sul link per scoprire le opere di cui questi meritevolissimi traduttori si stanno occupando. Io me li immagino un po’ come degli archeologi che armati di bisturi e paletta con immenso amore e delicatezza stanno riportando alla luce gemme preziose. Potevo non abbracciare con entusiasmo la proposta di diventare loro “ambasciatrice”? Dunque, onorata ed emozionata, vi presento il primo frutto di un lavoro che promette grandi soddisfazioni: Cosi Sancta – Il sogno di Platone – Avventura indiana, tre racconti brevi di Voltaire, tradotti da Sergio Piscopo.


Titolo: “Il Sogno di Platone, Avventura indiana, Cosi-Sancta: tre racconti di Voltaire”

Autore: Voltaire

Traduttore: Sergio Piscopo

Editore: “La bottega dei traduttori” (Youcanprint)

Pagine: 23

Formato: e-book e cartaceo

Prezzo e-book: 0,99 euro

Prezzo cartaceo: 6,00 euro (Link)

Disponibile su: Amazon e tutti gli store digitali

 

Sinossi: 

 

Nel boccaccesco racconto Cosi-Sancta (1746), testo fintamente mutuato da La Città di Dio di Sant’Agostino, la protagonista si troverà, suo malgrado, a tradire suo marito per ben tre volte, nonostante le sue intenzioni siano sempre state virtuose. Cosi-Sancta dovrà svelare un arcano, rispondendo a un quesito alquanto singolare: può da un piccolo male derivare un grande bene?

 

Ne Il Sogno di Platone (1756), Voltaire immagina che il filosofo ateniese abbia avuto un sogno, nel quale fantastica di una ipotetica diatriba scaturita tra i geni che hanno creato i vari pianeti. Uno di questi deride con malizia Demogorgone, il creatore della Terra, rinfacciandogli di aver plasmato un pianeta imperfetto. La sentenza del grande Demiurgo, nondimeno, risulta essere una lezione piuttosto pungente, accompagnata da una scarsa dose di modestia.

 

Nella Avventura indiana (1766), il filosofo parigino ci racconta di un Pitagora sventurato il quale, trovandosi in India, assiste al supplizio di due giovani indiani condannati al rogo per aver dubitato della sostanza di due divinità indù. Tuttavia, egli riuscirà a salvarli anche se, per uno scherzo del fato, non riuscirà a salvare se stesso. Non a caso, la lapidaria chiosa finale porta con sé un’amara ironia: “si salvi chi può!”.

 

Il traduttore, Sergio Piscopo: Laureato in linguistica e traduzione specialistica, è attualmente dottorando presso l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”. Ha tradotto per la Società Editrice Montecovello “Taide” di Anatole France e pubblicato per “La Bottega dei Traduttori” tre racconti brevi di Voltaire (Cosi-Sancta, Il Sogno di Platone, Avventura Indiana).

Le mie impressioni di lettura arriveranno presto. Voi, intanto, fate come Jovanotti.

SalvaSalva
Salva

Chiacchieriamo?

Prev Post Next Post