Il potere della gentilezza: siamo tutti influencer

16 maggio 2017
Blog post

 

Mi pare che l’occupazione più ambita, ormai, sia diventata quella dell’influencer. Una fashion blogger quotata posta un selfie, hashtag #borsafigadelmomento, e di colpo ecco che diventa l’oggetto del desiderio. Le ragazze vogliono #quellacosa, ed essere un pochino come lei. Non è mia intenzione mettermi ad analizzare o giudicare questi meccanismi. Li prendo come un dato di fatto e come punto di partenza per una riflessione. Avete presente quella frase dello zio di Peter Parker, da grandi poteri derivano  grandi responsabilità? Essere influncer comporta un potere enorme. Non sarebbe fantastico se tra un rossetto e un orologio, gli influencer usassero la propria immagine per lanciare dei messaggi positivi? Molti lo fanno, fortunatamente. Alcuni personaggi dello spettacolo sono attivissimi (penso alla meravigliosa Emma Watson, per fare un nome importante)… ma immaginiamo se ognuno noi, nel nostro piccolo, si desse da fare per questo. Che lo vogliamo o no, le nostre esistenze sono legate da un filo sottile, e nessuna azione cade nel vuoto cosmico. Siamo tutti dei piccoli influencer: considerando quanto lontano può arrivare un gesto gentile, il potere di cui disponiamo è immenso. Anche se non abbiamo un milione di follower, e su Instagram ci seguono solo zia Berta e il nostro ragazzo.

Ho imparato a non dare mai per scontata la gentilezza. Apprezzo anche il sorriso della cameriera che mi porge la brioche quando faccio colazione al bar, e che mi augura buona giornata quando esco. E da parte mia cerco di fare lo stesso, anche se magari sto da schifo. Perché mi sentirei ancora peggio se usassi i miei problemi come una scusa per comportarmi da stronza. Seriamente: chi non ne ha? Le persone gentili lo sono forse perché hanno una vita perfetta e quindi se lo possono permettere? No, perché nemmeno Banderas vive davvero nel Mulino Bianco. Insomma, la vita non è facile per nessuno, e non possiamo sapere cosa stia passando chi abbiamo di fronte. Abbiamo tutti dei dolori nascosti. Combattiamo tutti delle battaglie silenziose. E allora mettiamo un po’ più di gentilezza, nei nostri gesti e nelle nostre parole, ché Snoopy ha ragione, perdiana. E poi, torna sempre indietro, in qualche modo misterioso.

 

 

4 Comments

  • Annarita

    19 maggio 2017 at 5:09 PM

    Bellissimo pensiero e bellissimo proposito, Pam, che condivido al 100%! <3

    1. Pamela

      22 maggio 2017 at 3:12 PM

      Grazie Annarita <3

  • Lisa

    20 maggio 2017 at 1:14 PM

    Ciao! Mi piace molto questo tuo pensiero… Tutto quello che facciamo e pensiamo è fondamentale non solo per noi stessi, ma anche per chi è intorno a noi (fisicamente ma anche virtualmente)! Complimenti e in bocca al lupo per l’uscita del tuo libro!

    1. Pamela

      22 maggio 2017 at 3:15 PM

      Ciao Lisa! È proprio così, e basterebbe davvero poco perché il monde fosse un posto migliore in cui vivere. Un abbraccio a te… e al lupo 😉

E tu che ne pensi?

Prev Post Next Post