Blogtour: L’armonia segreta di Geraldine Brooks // Tappa 3 // I personaggi

12 Ottobre 2016

Miei diletti, è un grande onore per me ospitare la terza tappa del blogtour L’armonia segreta di Geraldine Brooks (ed. Neri Pozza) con un post dedicato ai personaggi. Partecipando a quest’iniziativa, di cui vi ricordo il calendario e le regole, potete provare ad aggiudicarvi una copia autografata del romanzo messa gentilmente a disposizione dalla casa editrice, oltre a scoprirne di più grazie a una serie di “contenuti speciali”!

 


Tappa 1 – Un libro per amico – Presentazione e incipit – 10 ottobre 2016

Tappa 2 – Desperate Bookswife – Intervista a Geraldine Brooks – 11 ottobre 2016

Tappa 3 – Last Century Girl – I personaggi – 12 ottobre 2016

Tappa 4 – Un profondo oceano di libri – Le mogli di David – 13 ottobre 2016

Tappa 5 – Every Book has its story – David nell’arte 1 – 14 ottobre 2016

Tappa 6 – MemoriaRem – David nell’arte 2  – 17 ottobre 2016

Tappa 7 – Books in Kensington Gardens– Estratti – 18 ottobre 2016

Tappa 8 – The bookworm – Recensione – 19 ottobre 2016

Tappa 9 – La casa del del gioco perduto – Estrazione vincitore – 21 ottobre 2016


Le regole per partecipare:

-Unirsi ai lettori fissi di tutti i blog che partecipano all’iniziativa;

-Cliccare Mi piace alla pagina Facebook della Casa Editrice Neri Pozza;

-Commentare tutte le tappe del blogtour lasciando almeno in una la propria mail.

Il vincitore sarà estratto tramite il sito random.org tra tutti quelli che avranno seguito correttamente le regole.

I personaggi

Non è facile narrare la vita di un grande uomo restituendola con fedeltà nel bene e nel male. Natan, a cui è affidato il compito di abbracciare l’intera esistenza di David, da pastorello figlio di Yshay di Bet Lehem a re di Israel, ci riesce grazie alla sua abilità nel farsi da parte e lasciar raccontare le altre voci.È nel suo destino di profeta, del resto, l’essere tramite: tramite del Nome, innanzitutto, che costituisce allo stesso tempo un dono e un pesante fardello. Era poco più di un bambino quando per la prima volta la voce divina parlò attraverso di lui. Un bambino inerme di fronte all’assassinio del padre per mano di quello che all’epoca era poco più che un ragazzo: così ci viene presentato David, un brigante costretto alla fuga dopo essere stato ripudiato da re Shaul, accecato dalla gelosia. L’incontro tra Natan e David è l’incontro tra il profeta e colui che è stato scelto dal Nome per unificare le sue tribù in unico regno. Quando Natan si risveglia nella tenda di David, non ricorda la profezia che è uscita dalle sue labbra, ma capisce che la sua esistenza non sarà più la stessa. Da quella notte ha smesso di essere il figlio di un vignaiolo: la brusca fine della sua infanzia segna l’inizio di una vita messa al servizio del prescelto. Tutto ciò che è necessario, è il motto di David, con il quale giustifica i mezzi utilizzati per realizzare il progetto che il Nome ha in serbo per lui. Natan riesce a vedere la grandezza delle sue gesta, così come i terribili errori che commette, e di fronte alle inevitabili conseguenze che essi comportano soffre nella solitudine di chi non può condividere la propria conoscenza poiché gli eventi devono seguire la volontà divina. La solitudine, infatti, accompagna Natan lungo tutta la sua vita: il rapporto che lo lega a David è profondo, ma gli preclude qualunque altra relazione. In quanto profeta, l’atteggiamento che tutti hanno nei suoi confronti è un insieme della riverenza e del timore che ne derivano, e lo accetta come parte della sua missione. Qualunque cosa accada, sa che non potrà mai abbandonare il suo sovrano, e l’esempio di Shaul, caduto in una spirale di follia e abbandonato dal profeta Shemuel, rappresenta un monito lungo tutto il romanzo.

Sono molteplici le voci che attraverso Natan raccontano David, e ognuna di loro rappresenta un tassello di una personalità tanto complessa quanto carismatica. La madre, Nizevet, rievoca un bambino rifiutato dal padre in quanto creduto illegittimo e vessato dai fratelli fino al momento del riscatto, in cui darà prova del suo valore sconfiggendo il gigante Golyat. Eppure anche a quest’episodio, che ci viene offerto attraverso il ricordo del fratello Shamma, è tolta la magnificenza del mito. David è presentato via via come un guerriero valoroso e un abile stratega, che si dimostra capace di guidare i suoi soldati verso la vittoria, ma rimane sempre e comunque umano,  vittima di capricci e debolezze, in alcuni frangenti ingrato, come arriverà ad accusarlo Yoav, nipote di David e generale dell’esercito.

Le voci delle mogli riflettono l’immagine di un sovrano nel suo lato più intimo, mostrandolo talvolta marito devoto, talvolta despota, che, per quanto abbia amato profondamente alcune di loro, non ha riservato a nessuna il posto più importante del suo cuore. È Mikal, la sua prima moglie, figlia di re Shaul, a raccontare come quel posto appartenesse a Yonatan, suo fratello, il quale aveva con David una relazione simbiotica che non poteva essere eguagliata.

Musicista sublime che incanta con la sua voce e il suono della sua arpa, guerriero, sovrano scelto dal Nome, marito, ma anche padre, ed è in questa veste, forse, che David appare in tutta la sua umana imperfezione
. Segnato da un’infanzia priva d’amore, lascia crescere i suoi figli in una libertà sfrenata in cui i loro difetti, che giustifica riconoscendoli come propri, li trascinano alla distruzione. Solo Shelomoh, avuto dall’ultima moglie, Bat-Sheva, si distingue fin da bambino per il suo animo illuminato, e a un’indole riflessiva, saggia e visionaria, si aggiungono le virtù paterne. Natan, conscio, grazie a una visione, del ruolo a cui è destinato questo bambino, si occupa della sua educazione e riversa in lui l’affetto che non aveva potuto donare a un figlio.

Grazie a Natan, dunque, e alle voci di cui si fa tramite, prende vita un ritratto pulsante fatto in egual modo di luce e oscurità, poichè ognuna di queste voci è umana e il lettore ne avverte l’eco anziché la freddezza di una storia consegnata al mito.

Per quest’appuntamento, miei cari, è tutto, e passo la staffetta ad Angela di Un profondo oceano di libri con la quarta tappa dedicata alle mogli di David. Stay tuned!

0 Comments

  • Angela

    12 Ottobre 2016 at 7:14 AM

    davide è un personaggio molto complesso, nella bibbia se ne parla abbondantemente proprio perchè ha avuto un "peso" non indifferente.
    E' un romanzo che mi affascina molto e che, da quel che leggo, sembra restituirci tutte le contraddizioni presenti nel Davide uomo…

  • Rosa, leggo e scrivo

    12 Ottobre 2016 at 8:40 AM

    Non partecipo al blogtour, ma sono passata con piacere per curiosare, visto che questo libro lo leggerò sicuramente: di David, che tra l'altro è l'autore di un gran numero di salmi, conosco un po' la storia e l'irruenza del carattere grazie al film con Richard Gere, che però non ricordo così bene. Questo romanzo sarà un modo diverso e affascinante di riscoprire una figura così imponente.

  • Katherine

    12 Ottobre 2016 at 11:40 AM

    Senza dubbio un libro impegnativo ma la storia e le vicissitudini di David stimolano la lettura.

  • Alexandra Scarlatto

    12 Ottobre 2016 at 12:55 PM

    Libro molto affascinante e suggestivo, che ha suscitato da subito la mia curiosità e il mio interesse.
    Indirizzo e-mail: hotstorm403@gmail.com

  • luigi

    12 Ottobre 2016 at 1:38 PM

    la complessità di davide lo rende un personaggio da scoprire ma allo stesso tempo allettante.
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

  • Tindara

    12 Ottobre 2016 at 2:15 PM

    I personaggi sembrano intriganti!

  • Laura Colucci

    12 Ottobre 2016 at 10:44 PM

    Questo è un libro senza dubbio affascinante e impegnativo,la storia di David è molto complessa ma sicuramente è estremamente affascinante e degna di essere scoperta!

  • Pamela

    12 Ottobre 2016 at 11:32 PM

    Assolutamente sì… sono proprio le contraddizioni che vengono messe in luce a renderlo un personaggio così vivido e affascinante.

  • Pamela

    12 Ottobre 2016 at 11:37 PM

    Adoro i romanzi storici per questo, riescono a far appassionare a un'epoca e ai suoi personaggi portandoli fuori dalla pagina scritta… Io non ne sapevo molto su David e ho divorato avidamente questo romanzo, nonostante non appartenga al periodo che prediligo. Non avevo idea esistesse un film con Richard Gere, ora lo cerco 😉

  • Pamela

    12 Ottobre 2016 at 11:39 PM

    Infatti l'ho divorato… una volta entrati nella storia scorre in modo incredibile: la Brooks è una narratrice sopraffina.

  • Pamela

    12 Ottobre 2016 at 11:40 PM

    Confermo, è davvero affascinante e suggestivo ^_^ non avrei saputo scegliere due aggettivi più calzanti!

  • Pamela

    12 Ottobre 2016 at 11:42 PM

    Sono assolutamente d'accordo. David è un personaggio indimenticabile!

  • Pamela

    12 Ottobre 2016 at 11:42 PM

    Sono felice di essere riuscita a trasmetterlo 😉

  • Pamela

    12 Ottobre 2016 at 11:53 PM

    E' proprio così, merita davvero! Come ho scritto in risposta ad altri commenti, L'armonia segreta è una lettura incalzante nonostante la sua complessità… non riuscivo a staccarmene ^_^

  • NotLoved

    13 Ottobre 2016 at 12:25 AM

    Che bel ritratto dettagliato per questi personaggi!
    Molte cose che non sapevo e altrettante che sono curiosa di scoprire!

  • Marianna Di Lorenzo

    13 Ottobre 2016 at 9:33 AM

    trama complessa e coinvolgente come i personaggi un libro tutto da leggere

  • Franci RB

    13 Ottobre 2016 at 1:32 PM

    Mi piace che il protagonista venga descritto attraverso diversi punti di vista, aiuta sicuramente a far emergere la complessità del personaggio.. bello!!

  • Ilaria Orzo

    13 Ottobre 2016 at 5:34 PM

    David si rivelerà sicuramente un personaggio complesso e non facile da interpretare, ma sono affascinata e incuriosita da Natan, che non sembra da meno… Chissà!

  • Alexandra Scarlatto

    13 Ottobre 2016 at 6:33 PM

    😊

  • _FreeHugCam_

    13 Ottobre 2016 at 7:47 PM

    Credo che David sia un personaggio particolare, ma mi incuriosisce tanto

  • Angiemela

    14 Ottobre 2016 at 8:59 AM

    Che personaggio affascinante! Ma d'altronde tutti i personaggi biblici lo sono, e anche i Santi…amo molto leggere le loro vite, e a questo proposito ti consiglio caldamente di leggere qualche libro di Louis de Wohl (biografie romanzate dei santi) sono magnifici! *_*
    Comunque ormai che io vinca o no devo obbligatoriamente leggere questo libro! xD

  • isabella mantovani

    14 Ottobre 2016 at 7:45 PM

    Non avevo mai pensato a Davide in questi termini..quello che conosco è il Davide della Bibbia ..questo è molto più umano..brava!!

  • Pamela

    18 Ottobre 2016 at 5:12 PM

    E' solo un assaggio naturalmente, non è facile presentare i personaggi senza fare spoiler 😉

  • Pamela

    18 Ottobre 2016 at 5:13 PM

    Davvero, si legge tutto d'un fiato!

  • Pamela

    18 Ottobre 2016 at 5:16 PM

    Anche a me piace questa tecnica, riesce a rendere un personaggio vivido e credibile.

  • Pamela

    18 Ottobre 2016 at 5:20 PM

    Infatti Natan non è da meno, te lo assicuro 😉

  • Pamela

    18 Ottobre 2016 at 5:21 PM

    faccio tesoro del tuo consiglio e prendo subito appunti cara <3
    (Sì, confermo, lo devi leggere XD)

  • Pamela

    18 Ottobre 2016 at 5:26 PM

    Geraldine Brooks ha un talento incredibile ^_^

  • Pamela

    18 Ottobre 2016 at 5:27 PM

    E' impossibile non esserne affascinati ^_^

  • jey

    19 Ottobre 2016 at 12:15 AM

    Il Davide presentato nel libro è a me sconosciuto. Sono curiosa di leggere di più.

  • Angiemela

    21 Ottobre 2016 at 7:41 AM

    <3 Sarà fatto! :DD

Chiacchieriamo?

Post precedente Post successivo